Home Pet therapy Asola (MN). Il progetto ABEO cuccioli in cosia.

Asola (MN). Il progetto ABEO cuccioli in cosia.

3 minuto/i di lettura

Abeo Cuccioli in Corsia è il progetto sperimentale e innovativo di Pet-therapy promosso da Abeo, in collaborazione con l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova nel reparto di pediatria dell’Ospedale di Asola. Da anni, infatti, l’associazione è impegnata a migliorare le condizioni di degenza dei bambini ricoverati negli ospedali mantovani e la Pet-therapy rappresenta una co-terapia efficace per ridurre nei piccoli pazienti lo stress, il trauma dell’esperienza ospedaliera e l’ansia pre-operatoria, oltre ad essere un mezzo non farmacologico per lenire il dolore.

Cocco, Diego e Principessa sono i tre protagonisti di questa bella storia: tre coniglietti ariete nani con gli occhi azzurri, che, a turno, arrivano nel reparto di pediatria dell’ospedale di Asola ogni mercoledì mattina. La loro conduttrice li accompagna nello spazio ludico AbeoNave, nella medicheria dove si effettuano i prelievi del sangue oppure nelle stanze dei piccoli pazienti, e qui cominciano le sedute di Pet-therapy. Abeo Cuccioli in Corsia è un progetto che per le sue particolari caratteristiche vanta un primato non solo regionale, ma anche nazionale. Gli elementi di assoluta novità individuabili nell’esperienza di Asola sono la presenza in via esclusiva del coniglio (di solito c’è sempre l’alternanza con il cane), l’altissima specializzazione dell’operatrice Paola Zapparoli in Pet-therapy con coniglio, e il fatto che le sessioni avvengono anche all’interno delle stanze del reparto. Normalmente, infatti, esse si svolgono in spazi ludici o comuni ben individuati. L’équipe medica coinvolta nel progetto è coordinata dal Direttore della Struttura complessa di Pediatria del Presidio ospedaliero di Asola Stefano Sardini e dalla coordinatrice infermieristica Daniela Bozzoli. Le sessioni sono condotte da Paola Zapparoli, operatore di Pet-therapy, coaudiatore del coniglio ed esperta in interventi assistiti con gli animali. Del progetto fa parte anche Alfredo Vallenari, medico veterinario esperto in zooantropologia didattica e assistenziale, che ha il compito di monitorare la salute dei conigli: Cocco, Diego e Principessa sono sottoposti a regolari controlli, per essere idonei alle norme igenico-sanitarie della struttura ospedalieria.

fonte: www.ilgazzettinonuovo.it

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Pet therapy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Roma. Federanziani ANMI, il 55% degli over 65 ha un animale in casa.

Oltre 1 anziano su 2 possiede almeno un animale da compagnia e lo vorrebbe tenere al suo f…