Home Terremoto Mestre (VE). “Andiamo tra i terremotati per dare cibo e speranza”.

Mestre (VE). “Andiamo tra i terremotati per dare cibo e speranza”.

3 minuto/i di lettura

Si chiama Scossa, un nome che vuole esorcizzare quella brutta bestia che i terremotati si portano dentro e che li fa sussultare nella notte nella casa colonica diocesana di Montemonaco, Casa Gioiosa, in provincia di Ascoli, dove dormono, ogni volta che la terra trema.

È un gattino nero di neanche due mesi grande poco più di una mano, raccolto in mezzo alla strada da Simona, una degli otto volontari dei gruppi di Venezia Terraferma, dei Gips di Marghera e dell’associazione Protezione Civile del Lido che, assieme ai colleghi di Spinea, Quarto d’Altino e Marcon sono partiti il 26 novembre per il comune dell’Ascolano situato a 1000 metri di altezza e rientrati a casa sabato.

Mascotte. Scossa è diventata la mascotte della struttura di accoglienza: coccolata da anziani e bambini, alla fine della settimana ha trovato un tetto, adesso la sua mamma è la cuoca del campo. Ieri nella sede della Protezione civile la squadra (Salvatore Liuzza, Francesco D’Este, Marco Angelo, Simona Vianello, Davide Busatto, Enrico Santello, Marco Scaggiante e Marco Scavezzon) ha fatto il punto dell’esperienza.

La gente. «Abbiamo conosciuto persone squisite», ha raccontato il capo campo Salvatore Liuzza, «che hanno bisogno di sentire una mano vicina. Quando siamo arrivati abbiamo visto un paese vuoto, non c’era gente per strada: desolante. Devi avere una scintilla dentro per lavorare con chi ha subito un trauma, un’abilità tecnica sicuramente, ma devi far sentire a chi ha perso tutto che gli sei vicino. Un po’ come le case: molte non sembrano distrutte, ma sono lesionate dentro. Ecco, le persone si portano dietro una scossa e quella successiva acuisce il segno che hanno dentro, un senso si scollamento e di scoramento».

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Terremoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Con “Vicini alla terra” si parla di storie di uomini ed animali durante il terremoto.

Sabato 22 luglio alle ore 21.30 presso la libreria Libri Ammare la scrittrice Silvia Balle…