Home Associazioni Anche per i Cingolani il lupo è cattivo? OIPA: “al posto di abbattere si tuteli la biodiversità”.

Anche per i Cingolani il lupo è cattivo? OIPA: “al posto di abbattere si tuteli la biodiversità”.

2 minuto/i di lettura

«Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, invece di prefigurare deroghe per la cattura e l’abbattimento delle specie protette, come il lupo, dovrebbe pensare e agire per la tutela della biodiversità». Questa l’osservazione del presidente dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa), Massimo Comparotto, riguardo a quanto affermato dal ministro nel rispondere a un’interrogazione sul tema della gestione del lupo. «Comprendiamo che, come al solito, agricoltori e allevatori lamentino danni causati dalla fauna selvatica e che Cingolani debba rispondere alle richieste di chi li rappresenta, ma non comprendiamo come mai il ministro parli di possibili abbattimenti invece di promuovere e sostenere azioni di prevenzione. Le misure di prevenzione e la custodia responsabile degli animali d’allevamento servono proprio a evitare qualsiasi tipo di predazione, ma purtroppo tali metodiche non sono applicate da chi poi chiede i risarcimenti pubblici».

L’Oipa ricorda che è stato dimostrato dalla ricerca scientifica come gli abbattimenti selettivi e, più in generale, la caccia rafforzino le specie invece di contenerle e auspica che il ministro Cingolani protegga le specie animali anche in una visione “green” del nostro territorio. «All’estero molti turisti sono attratti proprio dalla ricchezza di una biodiversità tutelata e valorizzata. Auspichiamo che l’Italia non venga vista invece come la terra dove si uccidono anche le specie protette»

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Associazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Kiev. Una lumaca con un bossolo: “Ecco le armi che ci avete inviato”.

“Armi tedesche per l’Ucraina già inviate” nel testo e come foto una luma…