Home Attualità Campagna del Campidoglio contro l’abbandono degli animali: “Nessuna scusa”.

Campagna del Campidoglio contro l’abbandono degli animali: “Nessuna scusa”.

4 minuto/i di lettura

Abbandonare un cane o un gatto non è solo un atto vigliacco, ma costituisce anche un grave reato punibile con la reclusione fino a 7 anni. Questo è il messaggio chiaro lanciato dalla nuova campagna contro l’abbandono degli animali presentata oggi nei giardini di San Sisto a Roma dal sindaco Roberto Gualtieri e dall’assessora all’Ambiente Sabrina Alfonsi, insieme alla conduttrice televisiva Licia Colò, che per il secondo anno consecutivo è testimonial della campagna del Campidoglio.

“L’abbandono è una piaga che la nostra città vuole debellare e l’unico metodo efficace sono le campagne informative,” ha dichiarato Alfonsi.

Non è solo una questione morale ma anche un crimine, e lanciare una campagna così incisiva con il volto di Licia che condanna ogni scusa è un modo per sottolineare che non ci sono più giustificazioni accettabili. Ciò che non faremmo a un bambino, non dovremmo farlo nemmeno a un animale. Le campagne hanno già portato a un leggero aumento delle adozioni e speriamo che anche questa produca risultati positivi”.

“Basta con le scuse,” ha ribadito Colò. “Chi non vuole capire deve essere costretto a farlo. L’educazione è fondamentale; può essere difficile far comprendere il valore degli animali alle persone anziane che non hanno sviluppato questa sensibilità, ma è possibile educare i giovani. L’anno scorso ho adottato un cane dal canile, ha cambiato la mia vita in meglio, anche se all’inizio ha creato qualche problema in casa. Un cane è come una vitamina, ma è importante capire che nulla viene senza sacrificio”.

“Per il secondo anno consecutivo,” ha concluso Gualtieri, “stiamo portando avanti una campagna con un messaggio forte: abbandonare un animale è un crimine serio e grave, non una mancanza minore o insignificante. È un atto da vigliacchi che può portare alla reclusione. Le scuse comuni non hanno alcun senso né valore, né giuridico né morale. Ringraziamo Licia, il cui sguardo severo nei manifesti ci ricorda la gravità della situazione, accanto allo sguardo vulnerabile dei cani, che mostrano la loro vera natura di esseri viventi indifesi. È per questo che abbiamo una Garante. Il numero degli abbandoni è troppo alto: in Italia sono 50.000 cani e 80.000 gatti. Questo è un momento critico, poiché con l’estate aumentano gli abbandoni. Faremo tutto il possibile per assicurare che ci siano sanzioni severe per chi commette tali atti.”

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Demistifichiamo i luoghi comuni sugli animali: sì, possiedono una coscienza.

Il regno animale è ricco e diversificato, e contrariamente a quanto si crede, non è solo l…