Home Attualità Cremona. «Vietato tenere i pesci nella boccia».

Cremona. «Vietato tenere i pesci nella boccia».

1 minuto/i di lettura

I pesciolini rossi non potranno più nuotare nelle classiche bocce in vetro. Chi li vorrà tenere in casa, dovrà metterli in un acquario di almeno trenta litri. Accade a Rivolta d’Adda, comune di oltre 8 mila abitanti in provincia di Cremona. Il divieto è contenuto nel «manifesto» del benessere degli animali, il regolamento approvato lo scorso 20 dicembre, all’unanimità, dal consiglio comunale e che entrerà in vigore tra un mese. Cinquantatré articoli in tutto, mentre le sedici regole più importanti da osservare, sono elencate su un volantino postato sul sito del Comune. Quella relativa ai pesci è la numero quindici: «I pesci stanno in acquari di almeno 30 litri e mai in bocce rotonde». Perché la boccia ha una conformazione inadeguata con una superficie di scambio di acqua e di aria limitate rispetto alla capienza. In poche ore, quindi, la concentrazione di ossigeno tende a diminuire, provocando seri danni ai pesciolini.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Usa, una lince rossa e i suoi due cuccioli passeggiano lungo Port St Lucie.

Una femmina di lince rossa è stata avvistate fare una passeggiata assieme ai suoi due cucc…