Home Curiosità Esplorando l’affinità tra bambini e animali: ecco il progetto “Svelando il contributo delle unità cinofile”.

Esplorando l’affinità tra bambini e animali: ecco il progetto “Svelando il contributo delle unità cinofile”.

4 minuto/i di lettura

Il programma extracurriculare “Diamoci la MANPETTA” è un’iniziativa lanciata dalla Scuola Primaria “Plesso Europa” dell’Istituto Comprensivo “Navarra” di Alcamo. Il suo obiettivo principale è promuovere la consapevolezza e l’apprezzamento del legame tra esseri umani e animali attraverso l’educazione zooantropologica. Questo approccio educativo mira a istruire gli studenti sull’importanza dell’interazione e della convivenza pacifica con gli animali, concentrandosi principalmente sulle relazioni con i cani e sul ruolo delle organizzazioni come l’OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) e il rifugio comunale di Alcamo.

La missione fondamentale del progetto è educare gli studenti alla responsabilità e al rispetto nei confronti degli animali, promuovendo al contempo empatia e consapevolezza sociale. La visione del programma è quella di creare una comunità educativa in cui gli studenti possano crescere come cittadini sensibili e rispettosi nei confronti dell’ambiente e del mondo animale, riconoscendo il valore intrinseco di ogni forma di vita e il ruolo che ognuno può svolgere nella protezione degli animali.

I valori pedagogici del progetto comprendono l’empatia, la curiosità, la consapevolezza ambientale e sociale, oltre allo sviluppo delle abilità comunicative non verbali tramite l’interazione diretta con gli animali. Sul piano sociale, il programma mira a rafforzare il senso di comunità tra gli studenti, le famiglie e le associazioni locali, promuovendo l’attivismo volontario e l’impegno civico.

Il progetto si propone di raggiungere obiettivi educativi mirati attraverso esperienze pratiche e interazioni dirette con gli animali, supportate da esperti e specialisti in zooantropologia. Tra gli obiettivi formativi vi è lo sviluppo di competenze socio-relazionali, l’educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva, nonché la promozione del benessere mentale e fisico attraverso l’immersione nella natura e il contatto con gli animali.

La metodologia adottata si basa sull’apprendimento esperienziale, integrando incontri e attività sia all’interno del curriculum scolastico che in attività extracurriculari. Sono impiegate tecnologie come la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) e altre risorse digitali per arricchire le lezioni teoriche con esperienze pratiche.

Il progetto coinvolge attivamente le associazioni locali e fa leva sulle risorse del territorio al fine di massimizzare il suo impatto educativo. Questo si traduce in un aumento della sensibilizzazione sociale e ambientale degli studenti, che si riflette nella loro capacità di agire come agenti di cambiamento all’interno della società.

Il progetto è stato concepito in modo da poter essere replicato in altri contesti scolastici, offrendo un modello di educazione integrata uomo-animale adattabile a diverse realtà territoriali e scolastiche.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Festeggiamo le api: minuscole ma indispensabili.

Se c’è una specie animale a cui l’umanità deve la propria sopravvivenza e bene…