Home Attualità Gara per l’Acquisizione di Strutture Rifugio per la Tutela degli Animali.

Gara per l’Acquisizione di Strutture Rifugio per la Tutela degli Animali.

3 minuto/i di lettura

Il Dipartimento capitolino per la Tutela Ambientale, attraverso la Direzione Agricoltura e Benessere Animali, ha annunciato l’avvio del processo di selezione per individuare strutture autorizzate ad accogliere, curare e favorire l’adozione di cani e gatti non collocabili nelle strutture comunali per motivi di capacità.

La procedura, caratterizzata da un’ottica di trasparenza e apertura, mira a istituire un Accordo Quadro articolato in due lotti: uno destinato alle strutture per cani e l’altro per quelle a favore dei gatti. Il valore totale stimato dell’accordo è di €6.753.930, con €4.062.450 destinati alle strutture per gatti e €2.690.415 per quelle per cani. La durata prevista dell’accordo è di 36 mesi, a partire dall’affidamento del servizio per ciascun lotto, programmato per dicembre 2024. Il numero complessivo di animali da ospitare e gestire, come indicato nel bando, è di 350 cani e 700 gatti.

Le offerte verranno valutate considerando la qualità dei servizi offerti anziché il mero ribasso economico. Saranno richiesti specifici requisiti, tra cui la presenza minima di un medico veterinario, spazi idonei e confortevoli, aree per l’esercizio dei cani, standard nutrizionali rigorosi per il cibo fornito, spazi di isolamento per animali malati e post-chirurgici, oltre a un costante monitoraggio dello stato di salute e benessere degli animali e il rispetto delle norme igieniche.

I criteri di valutazione includono, per il lotto dei gatti, la disponibilità di posti nel reparto nursery e lo spazio individuale per ciascun animale, mentre per il lotto dei cani sono considerati la presenza di un direttore sanitario e personale infermieristico, la disponibilità di posti nel reparto nursery, la dimensione dei box e degli spazi aperti, nonché le attività di sostegno alle campagne di adozione.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Regno Unito. Vietata l’esportazione di animali vivi per macellazione. Gli attivisti: “È una vittoria”.

Dopo 50 anni di lotte da parte delle organizzazioni animaliste, la Gran Bretagna è finalme…