Home Affido Hotels.com propone le “finte vacanze europee” per i pet

Hotels.com propone le “finte vacanze europee” per i pet

11 minuto/i di lettura

• Le persone amano andare in vacanza con il proprio pet: Hotels.com ha registrato un incremento del 70% delle ricerche di hotel pet-friendly in UK, di anno in anno.
• Chi non permetterà ai pet di uscire dal Paese? La Brexit: il 75% dei proprietari di pet in UK non sa che il passaporto degli animali potrebbe non avere più validità dopo l’entrata in vigore della normativa.
• Vacanze “casalinghe” per gli animali domestici: data la situazione attuale, il 51% dei proprietari passerà le vacanze in UK con il proprio pet.
• Ma va bene lo stesso, perché sarà l’Europa ad andare dai cani: Hotels.com propone soluzioni pensate per far vivere al proprio pet una “finta vacanza europea” con soggiorni a tema. In questo modo i proprietari di animali potranno vivere le destinazioni europee senza lasciare il Regno Unito.

Milano, maggio 2019: I pet sono i nuovi protagonisti delle vacanze. Di anno in anno, Hotels.com® ha registrato una crescita del 70% nelle ricerche* di hotel pet-friendly. Quasi un terzo dei britannici, proprietari di animali domestici, ha portato in vacanza con sé il proprio amico a quattro zampe (il 31%)**, in media visitando due paesi fuori dai confini nazionali. In particolare il 6% dei proprietari di animali domestici del Regno Unito ha portato il proprio animale domestico in Germania, il 9% in Francia, il 4% in Italia, il 7% in Spagna, il 3% in Svezia e il 4% in Danimarca. Nonostante anche gatti e furetti abbiano il loro passaporto, sono soprattutto i cani a viaggiare di più.
Il 75% dei britannici, pet owner, non si è ancora resa conto che il passaporto degli animali dell’UE potrebbe presto diventare un ricordo del passato per i pet che vivono nel Regno Unito. Organizzare un viaggio all’estero con il proprio animale domestico diventerà quindi più complicato, tanto che il 34% dei cittadini britannici riconosce in tutto questo un grande ostacolo.
Per evitare di rimanere “intrappolati” dentro i confini nazionali, Hotels.com ha inventato la prima “finta vacanza europea” per pet e per i loro proprietari in collaborazione con il South Place Hotel in Liverpool Street a Londra. Grazie ad ambientazioni particolari ricreate appositamente, gli animali e i padroni potranno fingere di trovarsi in vacanza in Europa, pur rimanendo in Inghilterra. Se la Brexit non consente ai pet di viaggiare, sarà l’Europa ad andare da loro. Con questi soggiorni a tema l’animale potrà divertirsi indossando un berretto parigino, ammirare la Fontana di Trevi, o passare il tempo con giocattoli a tema a forma di birra come se si trovasse nel cuore di Monaco.
Chi ha un animale domestico non può fare altro che organizzare la propria vacanza in sua funzione, tenendo conto delle esigenze dell’animale (il 39%), e ben il 31% sceglie di portare con sé il pet durante un viaggio. C’è anche chi preferisce lasciare il cane o il gatto nella sua tranquillità domestica, ma il 16% ammette di portare un regalo per il proprio amico a quattro zampe dal luogo visitato. Uno su dieci non si dimentica di fare una videochiamata per assicurarsi che tutto vada bene durante la propria assenza e di portare con sé una fotografia del proprio amico peloso.

Chi parte con il proprio pet sa bene che non c’è spazio in valigia per i propri vestiti. La lista di viaggio prevede invece il cibo che abitualmente viene dato al proprio animale domestico (76%), la coperta preferita (64%), accessori vari (47%), una borsa separata con gli effetti personali del pet (21%) e anche i loro programmi TV preferiti su telefono / tablet (12%).

Se con la Brexit assisteremo alla fine dei passaporti per gli animali domestici, è probabile che si verificherà un incremento della vacanza “casalinga” rimanendo dentro i confini dell’Inghilterra. Il 51% dei proprietari di animali afferma infatti che sarebbe disposto a rimanere nel proprio paese, rinunciando alle vacanze all’estero così da poter rimanere insieme al proprio amico a quattro zampe. Oltre la metà dei britannici (il 57%) desidererebbe avere a disposizione molti più hotel e strutture pet-friendly nel Regno Unito. Una percentuale di intervistati vorrebbe però continuare a viaggiare con il proprio amico a quattro zampe: l’8% desidera portare i propri animali domestici in Francia, il 5% in Italia, il 4% in Germania, il 6% in Spagna, il 3% in Svezia e il 3% in Danimarca.

Adam Jay, Presidente di Hotels.com, afferma: “Capiamo che i proprietari di pet possano essere preoccupati per la possibile perdita del passaporto europeo degli animali. Tuttavia la Brexit non rappresenta la fine della vacanza in compagnia del proprio amico a quattro zampe proprio perché la si può vivere ugualmente rimanendo dentro i confini del paese o con una “falsa vacanza”. È ormai un dato di fatto che i viaggi insieme agli animali domestici sono in aumento, e Hotels.com offre molte soluzioni vantaggiose. Ricordiamoci che anche i pet hanno bisogno di vacanza, proprio come gli umani.”

Per scoprire di più su le “finte vacanze europee per i pet” e riguardo ai migliori pet-friendly hotel disponibili su Hotels.com visita il sito: http://hotelsdot.co/PupPassports

Note per i redattori

* Dati di ricerca di Hotels.com che nascono dal confronto sul numero di ricerche effettuate dagli utenti britannici in cerca di hotel pet-friendly nello stesso periodo anno su anno (28 dicembre 2018 – 27 marzo 2019 vs 28 dicembre 2017 – 27 marzo 2018).

**La ricerca è stata condotta dall’istituto di ricercar One Poll a marzo 2019 su un numero di 2000 proprietari di pet nel Regno Unito.

Informazioni su Hotels.com® (o Hotels.com™)
Hotels.com è il modo più vantaggioso per prenotare un soggiorno. Adoriamo viaggiare e sappiamo che per voi è lo stesso. Ecco perché abbiamo reso così semplice prenotare con noi. Con centinaia di migliaia di sistemazioni disponibili in tutto il mondo e 90 siti web locali in 41 lingue, Hotels.com ha tutto ciò di cui avete bisogno. Quindi se siete alla ricerca di una sistemazione vantaggiosa a Las Vegas, di una casa sull’albero in Thailandia o di una villa con vista, è tutto a portata di clic. E con il nostro programma fedeltà “Reward-winning” guadagnerete notti in omaggio mentre dormite e avrete accesso alla possibilità di risparmiare all’istante con iniziative come Secret Pricesᶧ…cosa potrebbe esserci di meglio? Anche prenotare è diventato più comodo; con oltre 25 milioni di recensioni reali da parte degli ospiti e un’app davvero semplice da utilizzare, che è stata scaricata 70 milioni di volte, avrete la certezza di trovare il posto perfetto per voi.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Affido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Torino. Gatto intrappolato, sindaca interviene a salvataggio.

La sindaca di Torino Chiara Appendino ha assistito oggi alle operazioni di salvataggio di …