Home Comunicato stampa In vacanza con il gatto? Ecco le migliori mete turistiche a misura di felino.

In vacanza con il gatto? Ecco le migliori mete turistiche a misura di felino.

9 minuto/i di lettura

Viaggiare con un gatto al seguito non è sempre facile. I gatti sono animali abitudinari e amano perlopiù stare nella propria casa ed evitare spostamenti. Ma per i mici più intraprendenti e “socievoli” esistono diversi posti nel mondo che possono diventare la meta ideale per una vacanza a “misura di gatto”.

Prima di partire, però, è sempre meglio fare una visita dal veterinario per verificare che il nostro amico peloso sia in perfetta salute e possa affrontare lo spostamento, informarsi se esistono limitazioni nei paesi che si vogliono visitare e munirsi dei documenti necessari per il viaggio. Dopodiché si può pensare alla valigia del nostro gatto e assicurarsi di avere tutto il necessario per non fargli mancare nulla anche lontano dal suo ambiente. Non dimenticate il suo cibo, i suoi giocattoli e la sua lettiera. Una lettiera sempre pulita e fresca è una delle cose più importanti se volete vedere il vostro amico peloso felice e sereno, anche fuori casa. Esistono diverse tipologie di lettiera e Sanicat, brand esperto di lettiere per gatti, offre una vasta scelta tra classica, agglomerante o vegetale, che si adattano alle esigenze e allo stile di vita del nostro micio.

A questo punto siamo pronti a partire. Dal Giappone all’Egitto, dalla Turchia alla Grecia, fino all’Italia, Sanicat consiglia i posti migliori per chi ama i gatti e decide di viaggiare insieme a loro per le vacanze.

I Neko Cafè e l’Isola dei Gatti in Giappone

Nel magico paese del Sole Levante non si può non far visita ai Neko Cafè, i bar dove i gatti sono i veri padroni di casa. In questi locali è possibile mangiare e bere qualcosa, in compagnia di tanti mici che possono vagare liberamente. Solitamente sono gatti che provengono dalla strada, o dai rifugi, e qui trovano un luogo sicuro, pieno di umani che li amano. I Neko Cafè hanno ormai fatto il giro del mondo e se ne trovano anche in Europa e in Italia, ma l’idea di visitarne uno nel Paese in cui sono praticamente nati può essere molto affascinante.

Sempre in Giappone, poi, vale sicuramente la pena visitare Aoshima, conosciuta come l’Isola dei Gatti, dove il numero dei felini è circa dieci volta superiore ai residenti. Introdotti sull’isola alla fine della Seconda Guerra Mondiale per contenere una vera e propria invasione di ratti a bordo dei pescherecci, i gatti si sono riprodotti senza alcun controllo negli anni a seguire fino a conquistare praticamente l’isola. Un luogo unico per i veri amanti di questi felini e dove anche il vostro amico peloso non avrà problemi a fare amicizia.

Egitto, il paese dove i gatti sono divinità

Nell’antico Egitto i gatti erano considerati delle divinità sacre e come tali venivano venerati. Molte divinità egizie, infatti, avevano caratteristiche fisiche legati ai felini, come Bastet, una delle divinità più adorate, con il corpo di donna e la testa di gatto. Basta fare un giro tra le rovine o i musei dell’intero Paese per imbattersi in statue, sculture, gioielli e persino un intero tempio dedicato alla dea dei gatti. Chissà che il vostro micio non incontri qualche suo antenato divino.

Istanbul, la Città dei Gatti

Se esiste una città dei gatti, questa è Istanbul. L’affascinante città turca, porta fra Oriente e Occidente, è il posto in cui migliaia di gatti vivono in stato di grazia in mezzo alle strade. Vengono letteralmente adorati, accarezzati, coccolati e nutriti dagli abitanti della città, che preferiscono prendersene cura in strada, senza chiuderli in casa, per farli vivere in maniera libera e indipendente, ma sempre pronti a rispondere ai loro miagolii e alle fusa. Impossibile non lasciarsi attrarre da questa città che, oltre ai magnifici posti da visitare, offre l’occasione per passare le giornate insieme ai tanto amati felini.

Tra spiagge, monasteri e gatti a Skiatos

Skiatos è un gioiello della Grecia per gli amanti del mare e della natura, ma anche della cultura e…dei gatti. Tra le spiagge bianche e lo splendido mare, i monti con i monasteri, il tipico bianco delle case greche, i veri protagonisti dell’isola sono i gatti. In loco opera anche un’associazione, la Skiathos Cat Welfare Association, che si prende cura di loro, combattendo contro l’abbandono e il randagismo. Un posto magico per vivere appieno una vera vacanza con il vostro amato micio.

Sa Pallosu, la spiaggia dei gatti in Sardegna

Anche in Italia esiste un paradiso per i gatti: è la spiaggia di Sa Pallosu in Sardegna, in provincia di Oristano. Oltre a essere una delle più belle spiagge della Sardegna, Sa Pallosu è una vera e propria oasi felina, dove gli abitanti si prendono cura degli amati pelosi. Qui i gatti esistono da sempre, al seguito della piccola comunità di pescatori che li nutre con gli scarti della lavorazione del pesce in cambio di una mano nel tenere lontano i topi. Non perdetevi un tramonto sul mare in compagnia del vostro gatto e dei suoi “amici” autoctoni.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

8 pet owner su 10 controllano i valori nutrizionali per scegliere il loro cibo: dagli esperti ecco il decalogo per la perfetta “pet summer diet”.

“L’amore per gli animali è intimamente associato con la bontà di carattere e si può tranqu…