Home Canili Nell’ex canile lager ora si aiuteranno i più deboli.

Nell’ex canile lager ora si aiuteranno i più deboli.

1 minuto/i di lettura

Dell’orrore non è rimasto più niente. Via gli arredi nella pizzeria, svuotata la casa del vecchio gestore, giù i box sul retro del complesso in cui carabinieri, Asl e guardie zoofile il 15 giugno 2015 trovarono nel corso di un blitz le carcasse di 16 cani morti di stenti, prigionieri di gabbie chiuse dall’esterno. La cascina Rondinaria di Tagliolo, in strada Caraffa, si lascia alle spalle il marchio di canile lager ed è pronta a rinascere nel segno della solidarietà. Al lavoro ci sono Andrea Reina e Katiuscia Barberis, dal marzo 2013 al timone della coop Agrisolidale e della onlus Aiutaci ad aiutare, con cui portano avanti progetti a favore di malati di cancro, disabili e soggetti deboli, tra agricoltura sociale, fattoria didattica, eventi culturali.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Canili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Gli amici degli animali in Consiglio, Graziano (Udc) e Laghi (deMa): nuova legge contro i canili lager.

La pet mania contagia anche la politica. Ed ecco che allora si cerca di colmare alcune lac…