Home Associazioni Orsa KJ2. L’OIPA: “Attendiamo le motivazioni della sentenza, ma la nostra battaglia continua”.

Orsa KJ2. L’OIPA: “Attendiamo le motivazioni della sentenza, ma la nostra battaglia continua”.

1 minuto/i di lettura

L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa), parte civile al processo riguardante l’uccisione dell’orsa KJ2, prende atto della sentenza di primo grado e annuncia che continuerà la sua battaglia per garantire la tutela e convivenza degli orsi con la popolazione in Trentino.

«Attendiamo il deposito delle motivazioni della sentenza e come parte civile valuteremo l’eventuale sussistenza di presupposti per proseguire con la nostra azione», dichiara il presidente dell’OipaMassimo Comparotto. «L’orso è animale tutelato a livello europeo e continuiamo a sostenere che la questione della serena convivenza dei grandi carnivori con cittadini e turisti, in Trentino come ovunque, va affrontata approntando strumenti di prevenzione e una corretta informazione a escursionisti e residenti».

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Associazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Kiev. Una lumaca con un bossolo: “Ecco le armi che ci avete inviato”.

“Armi tedesche per l’Ucraina già inviate” nel testo e come foto una luma…