Home Curiosità Perché non è consigliabile tosare gli animali in estate?

Perché non è consigliabile tosare gli animali in estate?

3 minuto/i di lettura

Spesso in estate si vede tosare cani e gatti rasando loro il pelo molto corto. I proprietari citano tre motivazioni principali dietro questa pratica, tra cui la convinzione che l’animale si senta meno caldo. Tuttavia, la fisiologia animale dimostra che il pelo serve per la termoregolazione, proteggendo sia dal freddo che dal caldo. Rasare il pelo molto corto espone la cute ai raggi solari, aumentando il rischio di surriscaldamento, scottature e di essere punti da zanzare e flebotomi. In alcuni casi, dopo la tosatura, il pelo ricresce lentamente e in modo irregolare.

In generale, è fondamentale valutare attentamente se tosare l’animale è opportuno: questa pratica non aiuta a mantenerlo fresco e potrebbe addirittura causare problemi. È importante considerare che il pelo svolge un ruolo cruciale nella termoregolazione dell’animale, proteggendolo sia dal caldo che dal freddo. Tuttavia, ci sono casi particolari in cui la tosatura potrebbe essere consigliata dal Medico Veterinario o dal toelettatore, ad esempio se l’animale ha nodi o matasse di pelo che possono causare disagio o nascondere problemi cutanei.

Per le razze con pelo a crescita continua, come il Barbone, è essenziale tagliare periodicamente il pelo, ma questo non implica necessariamente una tosatura completa.

Per proteggere cani e gatti dal caldo estivo, è consigliabile garantire loro accesso a ambienti freschi e ben ventilati in casa. È possibile anche utilizzare tappetini rinfrescanti appositamente progettati, lasciandoli a disposizione degli animali. Spazzolare regolarmente il mantello aiuta a rimuovere il pelo morto e a mantenere la pelle sana. Per i cani, è consigliabile evitare passeggiate nelle ore più calde della giornata. Durante i viaggi in auto, è importante rinfrescare l’abitacolo prima di far salire l’animale e utilizzare l’aria condizionata per mantenerlo fresco. Per gli animali con pelo meno fitto, di colore chiaro e pelle delicata, potrebbe essere opportuno applicare creme protettive su parti esposte come orecchie, tempie e tartufo in caso di esposizione prolungata al sole. L’uso di creme protettive dovrebbe essere consigliato dal Medico Veterinario curante.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Demistifichiamo i luoghi comuni sugli animali: sì, possiedono una coscienza.

Il regno animale è ricco e diversificato, e contrariamente a quanto si crede, non è solo l…