Home Curiosità I pronipoti del Tamagotchi: le nuove frontiere dei digital pet.

I pronipoti del Tamagotchi: le nuove frontiere dei digital pet.

1 minuto/i di lettura

Esattamente vent’anni fa il Tamagotchi sbarcava anche sul mercato italiano, e nulla sarebbe stato più lo stesso. Quella creaturina tascabile targata Bandai, appena una manciata di pixel in un guscio di plastica colorata, generava letteralmente dipendenza: prendersene cura e farla crescere e prosperare era una questione prioritaria. Anche perché trascurarla aveva conseguenze fatali, cosa che generò non poche polemiche.
In Italia ci fu perfino un esposto alla Procura della Repubblica di un capogruppo regionale dei Verdi, che chiedeva di metterlo al bando perché un giocattolo che muore rischiava di turbare la psiche dei bambini.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Lampedusa. Partito il progetto “Randagismo zero” di LNDC: “Sterilizziamo, e sensibilizziamo per un’isola di cani felici”.

L’iniziativa, partita lo scorso fine settimana con dieci nuove sterilizzazioni, viene da l…