Home Attualità SARS-COV-2: la trasmissione agli animali e le strutture veterinarie.

SARS-COV-2: la trasmissione agli animali e le strutture veterinarie.

1 minuto/i di lettura

Malgrado la circolazione pandemica del virus SARS-CoV-2 sia legata per lo più alla trasmissione da uomo a uomo, alcune recenti evidenze hanno posto all’attenzione della comunità scientifica e delle autorità sanitarie il tema della suscettibilità degli animali al SARS-CoV-2. È stato infatti osservato che, “occasionalmente, il virus può trasmettersi dall’uomo agli animali; casi di infezione naturale in cani e gatti, per lo più provenienti da contesti abitativi nei quali erano presenti pazienti con COVID-19, sono stati descritti ad Hong Kong, in Belgio, Francia, USA, Spagna, Germania e Russia. SARS-CoV-2 si è reso, inoltre, responsabile di focolai di malattia nei visoni di quattro allevamenti in Olanda e ha colpito cinque tigri e tre leoni nello zoo del Bronx a New York (World Organization for Animal Health – OIE). Diversi studi hanno, altresì, dimostrato la suscettibilità all’infezione sperimentale con SARS-CoV-2, del cane, gatto, furetto, del criceto siriano, di alcune specie di chirotteri frugivori e di primati non umani”.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Fukushima come Chernobyl: gli animali stanno ripopolando la zona rossa dopo il disastro nucleare.

A Fukushima in Giappone, proprio come accaduto a Chernobyl, sono tornati a vivere gli anim…