Home Attualità Si all’uso di farmaci equivalenti a uso umano per curare gli animali domestici.

Si all’uso di farmaci equivalenti a uso umano per curare gli animali domestici.

1 minuto/i di lettura

Comparotto: «La disposizione prende atto delle esigenze delle famiglie e dei volontari che amano e accudiscono gli animali troppo spesso a caro prezzo e che talvolta non riescono a curarli per le spese esose dei medicinali veterinari»Gli animali domestici potranno essere curati, su prescrizione veterinaria, anche con farmaci equivalenti a uso umano più economici ma di uguale efficacia. L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) ringrazia la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati per aver approvato l’emendamento alla legge di bilancio, proposto da Patrizia Prestipino, che consentirà la svolta. Com’è noto, i medicinali veterinari hanno un alto costo e i proprietari di animali domestici sono costretti a pagare farmaci i cui equivalenti a uso umano sono meno costosi. L’approvazione di questo emendamento prende atto delle esigenze delle famiglie e dei volontari che amano e accudiscono cani, gatti, conigli, furetti, troppo spesso a caro prezzo, e che talvolta non riescono a curare gli animali proprio per le spese esose dei farmaci veterinari.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

LAV: il nuovo regolamento per il benessere e la tutela degli animali.

Il nuovo regolamento per il benessere e tutela degli animali, proposto dalla Lav Milano e …