Home Attualità Alcune razze di cani mostrano un livello di aggressività più elevato rispetto ad altre?

Alcune razze di cani mostrano un livello di aggressività più elevato rispetto ad altre?

2 minuto/i di lettura

Il recente tragico incidente accaduto a Manziana, Roma, l’11 febbraio, dove Paolo Pasqualini, un uomo di 39 anni, è stato aggredito mortalmente da tre Rottweiler fuggiti dal giardino di una casa vicina, ha riacceso il dibattito in corso sulle razze canine ei loro livelli di aggressività. Alcune razze dovrebbero ricevere un’attenzione speciale, magari anche legalmente? La risposta immediata tende ad essere “sì” poiché le razze sono state allevate selettivamente per scopi specifici, portando a supporre che le razze “combattenti” possano mostrare tendenze più aggressive rispetto alle razze “da compagnia”. La realtà però è ben più complessa, come spiegheremo più avanti. In sintesi, la risposta alla domanda iniziale dovrebbe essere un sonoro “no”.

Qualche anno fa vi informiamo che la scienza ha risposto definitivamente a questa domanda con un sonoro “no”. In uno studio concentrato sulla composizione genetica dei cani, è emerso che la razza rappresenta solo il 9% del comportamento di un animale. Questa percentuale riguarda principalmente un tratto specifico noto come docilità, che si riferisce all’inclinazione di un animale a seguire o ignorare le istruzioni umane. Il restante 91% del comportamento è influenzato da altri fattori, come l’ambiente in cui l’animale è cresciuto e l’educazione ricevuta dall’uomo. Mentre alcuni studi, come quello condotto nel 2019, sostengono che la genetica gioca un ruolo più significativo, attribuendo almeno il 50% del comportamento di un cane ai suoi geni, sottolineano anche che i tratti comportamentali ereditari ruotano principalmente attorno all’obbedienza e all’ addestrabilità, piuttosto che a qualsiasi altra cosa. aggressività intrinseca.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Proteggere le creature del mare: un obiettivo a portata di mano.

Da anni, un team di ricercatori e scienziati dell’Università di Siena, noti come i &…