Home Comunicato stampa Amusi. Gatti in primavera: i consigli dei veterinari per affrontare il temuto cambio di stagione.

Amusi. Gatti in primavera: i consigli dei veterinari per affrontare il temuto cambio di stagione.

8 minuto/i di lettura

amusi presenta la nuova linea di prodotti dedicata al gatto

La primavera è arrivata! Le ore di luce aumentano e si inizia a passare più tempo fuori casa, le temperature diventano più miti, ma è anche il periodo più critico per chi soffre di allergie ambientali. Non siamo però gli unici a dover fronteggiare il temuto cambio di stagione, dobbiamo infatti adottare importanti accortezze anche per i nostri amici gatti.

Per la prima volta a loro pensa amusi (https://www.amusi.it), brand Made in Italy che offre prodotti su misura per la nutrizione e il benessere del pet, con la nuova linea dedicata al gatto: una intera gamma di prodotti realizzati al 100% in Italia con solo ingredienti naturali. Ecco quindi i consigli dei veterinari su come gestire alimentazione, cura della cute e routine giornaliera.

ATTIVITA’ FISICA

La prima distinzione da fare è tra il gatto indoor, che mantiene lo stesso stile di vita tutto l’anno, e il gatto outdoor per cui il cambio di stagione ha un impatto differente con un grande cambiamento fisico visibile. Il gatto che esce all’aperto tende a dimagrire perdendo il grasso accumulato durante l’inverno, aumenta infatti la loro attività fisica, soprattutto nei momenti più freschi della giornata poiché si tratta di animali crepuscolari. Per il gatto indoor invece è bene creare in casa un ambiente stimolante con mensole e ripiani su diversi livelli, così che possa muoversi e giocare in ogni periodo dell’anno.

ALIMENTAZIONE

Aumenta anche la fame, ma attenzione! Il gatto outdoor va a caccia oppure potrebbe mangiare dal vicino, quindi se vediamo che ha meno appetito a casa la cosa migliore è tenere controllato il suo peso. Come alternare secco e umido? Scegliete delle ottime crocchette in base ai gusti del vostro gatto e aumentate leggermente la quota di umido nella stagione più calda dato che i gatti tendono ad avere poca sete. I nuovi croccantini monoproteici di amusi sono pensati per accontentare anche il gatto più esigente: anatra, aringa oppure pollo, la ricetta è stata studiata con esperti nutrizionisti per garantire il benessere del pet e soddisfare i suoi fabbisogni nutrizionali in modo completo con una formula 100% Made in Italy priva di zuccheri aggiunti, conservanti e coloranti artificiali per offrire un prodotto di prima qualità e naturalmente gustoso.

PULIZIA

Vero che il gatto si toeletta da solo, ma non è sufficiente! Il pelo invernale fitto e spesso con sottopelo più folto, viene perso con la muta primaverile che dura diverse settimane. Bisogna quindi spazzolare il gatto ogni giorno, soprattutto quelli a pelo lungo, così da evitare la formazione di nodi fastidiosi e dei boli gastrointestinali con conseguenti problematiche digestive. Un valido alleato è lo spray scioglinodi amusi formulato con soli ingredienti vegetali per essere sicuro nel caso in cui il gatto si lecchi il pelo dopo l’applicazione, rispettando il naturale equilibrio della sua cute e senza necessità di risciacquo.

ALLERGIE & PARASSITI

Anche i gatti ne soffrono proprio come i padroni con sintomi respiratori e cutanei: starnuti, ipersensibilità oculare e prurito sono spesso causati da pollini e polveri. Importante dunque spazzolare quotidianamente il gatto per togliere eventuali allergeni che si intrappolano nel pelo e, abituandolo sin da piccolo, anche lavarlo solo con prodotti molto delicati.

Per pulci, zecche e zanzare, le fiale protettive amusi aiutano il gatto a difendersi dalle infestazioni dei parassiti senza l’uso di pesticidi, grazie all’azione di principi attivi naturali. La loro formula a base di Olio di Neem è arricchita con oli essenziali dal naturale effetto repellente molto efficace, a cui si consiglia di associare un antiparassitario. Il vostro veterinario saprà consigliarvi la profilassi antiparassitaria, più corretta e adatta all’habitat del vostro pet.

Il gatto essendo un animale diffidente per natura, è difficile che si intossichi ingerendo piante e fiori nocivi come edera, giacinto e narciso, ortensia e oleandro, solo per citarne alcuni di stagione. Tuttavia, se si sospetta l’intossicazione, bisogna rivolgersi subito al veterinario.

GATTI VOLANTI

Si tratta di un fenomeno purtroppo comune con l’arrivo della bella stagione. Attenzione a non lasciare finestre, balconi e terrazzi aperti perché il gatto attratto da uccellini o elementi esterni, corre il rischio di lanciarsi fuori e cadere a terra andando incontro a gravissimi traumi e fratture. Consigliamo quindi di mettere delle protezioni come reti o zanzariere.

Inoltre, non lasciate le finestre aperte a vasistas quando siete fuori casa, per evitare che il vostro pet cercando di uscire resti incastrato: se non liberato in tempo una compressione prolungata può avere conseguenze molto gravi.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Caccia, il DL Agricoltura pieno di regali elettorali per i cacciatori. Le associazioni: “Attacco alla Costiuzione”.

Il DL Agricoltura si appresta ad approdare in Parlamento per la conversione in Legge. Il d…