Home Comunicato stampa APNEC. Concluso Convegno “Quando la sofferenza è di moda”. A breve nuove iniziative per continuare a sensibilizzare le persone.

APNEC. Concluso Convegno “Quando la sofferenza è di moda”. A breve nuove iniziative per continuare a sensibilizzare le persone.

7 minuto/i di lettura

Si è concluso con un seguito di pubblico attento e partecipativo il convegno “Quando la sofferenza è di moda: dal maltrattamento animale al maltrattamento genetico” organizzato da Apnec (Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili) a Roma, sabato scorso, presso l’Hotel Roma Aurelia Antica.

I TEMI TRATTATI E GLI OBIETTIVI DEL CONVEGNO – Il maltrattamento attraversato in molte delle sue forme: dai cani tenuti a catena, all’uso improprio degli strumenti cinofili, dal maltrattamento quotidiano inconsapevole da parte dei proprietari, alle leggi sul tema e le sue applicazioni, alla manipolazione genetica che tanta sofferenza porta all’animale. Si è parlato approfonditamente, per il tempo a disposizione, interrogandosi anche su ciò che si può fare per limitare il fenomeno. E a seguito della tavola rotonda, a cui hanno partecipato esperti di grande rilievo del settore, si è deciso di fare “rete” e di confrontarsi su proposte tangibili come la sensibilizzazione della popolazione e la formazione sempre più attenta e minuziosa dei professionisti e di coloro che con i cani hanno a che fare tutti i giorniE anche per chi vorrebbe far entrare un cane nella propria vita.ù

ra i relatori presenti: il Dott. Angelo Quaranta, Professore ordinario in Fisiologia veterinaria all’università di Bari; la Garante dei Diritti degli animali della città di Roma, Patrizia Prestipino; il Presidente Nazionale Oipa, Massimo ComparottoDunia Rahwan, biologa, giornalista scientifica, esperta di ambiente, natura e animali, nonché speaker del programma Animal House di Radio Deejay; il Dott. Attilio Massimo de Cosmo, DVM PhD Ricercatore Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria – Università degli Studi di Camerino (MC); Aldo La Spina, Presidente di APNOCS, Associazione Professionale Nazionale Operatori Cinofili per fini Sociali che si occupa di Interventi Assistiti con Animali (Pet Therapy) e cani d’assistenza. A moderare è stato il Dott. Aldo VioletPresidente della Società Italiana di Scienze Cinofile Forensi ed esperto cinofilo.

Sono molto contenta di come sia andato il convegno, dell’attenzione del pubblico e delle relazioni professionali e umane che si sono intessute tra esperti. Ci siamo lasciati con la promessa di poter far qualcosa di concreto insieme. Era la premessa di questo incontro che trasformeremo certamente in diverse iniziative alcune già abbozzate durante il convegno – ha detto la Presidente dell’Apnec, Daniela Borgo –. Intanto, a breve, partirà per il terzo anno la campagna di sensibilizzazione “Scegli con il cuore ma prima parla con un nostro educatore” proprio per consigliare gratuitamente, a tutti coloro che vorranno far entrare un cane nella propria vita, il più adatto al proprio quotidiano e alle proprie esigenze, e a quelle del cane, ed evitare così possibili abbandoni. Inoltre, a fine maggio è previsto un altro convegno sul tema del maltrattamento a cui teniamo moltoSono convinta che questi semi che stiamo gettando porteranno presto a ottimi frutti”.

 

ADESIONE ALLA CAMPAGNA “CINOFILI INUTILI” DI DUNIA RAHWAN – Il convegno è stato anche occasione per l’Apnec di annunciare ufficialmente l’adesione alla campagna divulgativa di Dunia Rahwan dal titolo “Cinofili inutili”, dove inutili significa “inutili al benessere del cane”. Una battaglia che da circa un anno la biologa e giornalista scientifica sta portando avanti, contro la cinofilia che utilizza metodi coercitivi dannosi al rispetto e al benessere del cane. Argomenti su cui Apnec non può che essere d’accordo.

L’APNEC (Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili)

Costituitasi il 20 giugno 2002, l’APNEC riunisce gli Educatori Cinofili professionisti e gli Esperti Cinofili in Area Comportamentale(ESCAC). È presente in tutte le regioni italiane e sono ammessi ad associati esclusivamente coloro che hanno sostenuto l’Esame di Ammissione.

                                 

Obiettivo principale dell’APNEC è portare all’eccellenza la professione di Educatore Cinofilo, per un intervento sempre più competente ed esperto rivolto ad ottimizzare il rapporto dell’uomo con il cane, per una serena e piacevole convivenza in questa nostra società, sempre più urbanizzata.

Gli associati Apnec sono quindi esperti in diversi settori: zoologia, etologia, psicologia, antropologia e genetica, dovendosi rapportare quotidianamente con la specie animale e all’interazione con l’umano e viceversa, per una società che dimostri rispetto reciproco.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Osservatorio Quattrozampeinfiera 2024: vacanze Pet-friendly in Italia, le tendenze e le sfide.

L’indagine condotta su un campione rappresentativo di 12.000 visitatori delle cinque tappe…