Home Ambiente Asiago (VI). Animali uccisi o in fuga. Il maltempo come l’era glaciale.

Asiago (VI). Animali uccisi o in fuga. Il maltempo come l’era glaciale.

48 secondi di lettura

La foresta di peccio cresciuta cent’anni fa sopra le trincee della Grande guerra copre gli ossari degli alpini italiani e dei Kaiserjaeger asburgici. Il silenzio è assoluto, la nebbia porta un forte odore balsamico, la costa della montagna rasata è deserta. Giovanni Rigoni, forestale di Asiago, sposta i rami di un abete schiantato e indica una catasta di piante. «Qui – dice – da secoli c’era l’arena dei galli cedroni in amore.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Ricerca scientifica con animali: riparte da zero la via alternativa.

Al tavolo, che si prefigge di promuovere metodi alternativi validi all’impiego di animali …