Home Canili Canili solo alle associazioni? “É incostituzionale”.

Canili solo alle associazioni? “É incostituzionale”.

2 minuto/i di lettura

Nel dibattito sul randagismo ci si ritrova spesso a un aspro bivio: è giusto che i canili siano gestiti da associazioni no profit, oppure da privati? Diverse regioni favoriscono le prime in nome della disinteressata vocazione al benessere degli animali, che passerebbe in secondo piano laddove si debba far quadrare un bilancio. Eppure le associazioni, piccole o grandi, hanno in consegna la maggior parte delle strutture pubbliche italiane, e si ritrovano di conseguenza a gestire appalti e rilevanti somme di denaro, mentre una sentenza della Corte costituzionale ha appena dichiarato illegittimo che esse possano godere, nell’assegnazione, di una corsia preferenziale.

Il pronunciamento deriva dal ricorso presentato dalla Mapia S.r.l. riguardo il bando di affidamento del canile comunale di Acquaviva delle Fonti (Bari), che restringeva la partecipazione alle sole associazioni protezionistiche o animaliste iscritte all’albo regionale. Respinte dal Tar della Puglia e dal Consiglio di Stato le obiezioni dell’imprenditore giungevano tuttavia a Roma, e a Palazzo della Consulta, il 18 ottobre scorso, veniva dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 14, comma 2-bis, della legge della Regione Puglia 3 aprile 1995, n. 12 (Interventi per la tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo), nella parte in cui non consente a soggetti privati, che garantiscono la presenza nella struttura di volontari delle associazioni animaliste e zoofile preposti alla gestione delle adozioni e degli affidamenti dei cani e dei gatti, di concorrere all’affidamento di servizi di gestione di canili e gattili.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Canili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Gli amici degli animali in Consiglio, Graziano (Udc) e Laghi (deMa): nuova legge contro i canili lager.

La pet mania contagia anche la politica. Ed ecco che allora si cerca di colmare alcune lac…