Home Attualità Firenze. Porta il cane a scuola senza sapere a chi lasciarlo: il cucciolo della prof diventa una star.

Firenze. Porta il cane a scuola senza sapere a chi lasciarlo: il cucciolo della prof diventa una star.

2 minuto/i di lettura

Una mattina ricca di coccole, giochi e attenzioni da parte degli studenti ha caratterizzato la giornata di Nina, la vivace cagnolina della professoressa di un liceo fiorentino. La situazione è nata spontaneamente quando l’insegnante ha annunciato al preside Ludovico Arte di aver preso un cucciolo e di non sapere a chi lasciarlo per un’ora. Senza esitazione, il preside Arte ha risposto: “Non si preoccupi, lo teniamo a scuola”.

La cagnolina, diventata in breve tempo la mascotte della scuola, ha trascorso diverse ore tra le classi, la portineria e i corridoi, facendosi accarezzare dagli studenti con entusiasmo. Il preside spiega che la decisione di accogliere Nina è stata spontanea, verificando solo che fosse un cane tranquillo e non pericoloso, considerando che si trattava di un cucciolo. Il risultato è stata una mattinata di allegria, con la cagnolina che giocava e saltellava, partecipando a tutte le attività della scuola insieme all’insegnante.

L’insolita presenza di Nina potrebbe suscitare perplessità in altri contesti, ma al Marco Polo di Firenze, secondo le parole del preside Arte, la scuola è un luogo adatto agli animali e la loro presenza è vista come interessante. Arte evidenzia anche le precedenti esperienze di pet therapy presso la scuola, svolte con professionisti del settore come il centro Antropozoa.

L’insegnante ha ringraziato il preside e gli studenti per l’accoglienza riservata a Nina, commuovendosi. Alla fine, il preside Arte ha dichiarato che, nel caso si verificasse nuovamente la necessità di non avere un posto dove lasciare la cagnolina, sarebbe benvenuto riportarla a scuola.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

OIPA. NATURE RESTORATION LAW. APPROVATA LA LEGGE EUROPEA PER IL RIPRISTINO DELLA NATURA, MA L’ITALIA HA VOTATO CONTRO.

L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) accoglie con grande soddisfazion…