Home Associazioni In Italia 27 aree ad alto tasso di bracconaggio: WWF chiede reato di “uccisione specie protette”.

In Italia 27 aree ad alto tasso di bracconaggio: WWF chiede reato di “uccisione specie protette”.

1 minuto/i di lettura

Sono 27 le aree ad alto tasso di bracconaggio, comprese quelle marine. Lo afferma il Wwf ricordando che l’attività venatoria (compresa quella legale) rappresenta “l’ennesima gravissima aggressione alla fauna selvatica” e che quasi l’80% degli illeciti viene commesso durante la stagione venatoria, malgrado questa duri solo 4 mesi. I reati a danno della fauna selvatica sono compiuti per il 78% dai cacciatori, mentre il 19% dei casi si tratta di bracconieri privi di licenze. Una novità positiva, rileva l’associazione ambientalista, è la recente modifica della Legge sulla caccia che obbliga i cacciatori a segnare gli animali appena abbattuti, un sistema che consente di conoscere la vera consistenza del prelievo venatorio.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Associazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Animali protagonisti alla fiera.

Conto alla rovescia per la Fiera di San Michele, che quest’anno taglia il traguardo delle …