Home Attualità “La relazione tra bambini e animali”. Presentato il progetto “Esplorando il ruolo delle unità cinofile nei servizi di sicurezza”.

“La relazione tra bambini e animali”. Presentato il progetto “Esplorando il ruolo delle unità cinofile nei servizi di sicurezza”.

4 minuto/i di lettura

Il programma “Diamoci la MANPETTA” è un’iniziativa extracurricolare avviata dalla Scuola Primaria “Plesso Europa”, parte dell’Istituto Comprensivo “Navarra” di Alcamo. Il suo obiettivo principale è promuovere la consapevolezza e l’apprezzamento della relazione tra esseri umani e animali attraverso l’educazione zooantropologica.

Questo approccio educativo mira a istruire gli studenti sull’importanza dell’interazione e della convivenza pacifica con gli animali, con un’attenzione particolare alla cinofilia e al ruolo svolto dalle associazioni come l’OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) e il rifugio comunale di Alcamo.

La missione del progetto è educare gli studenti alla responsabilità e al rispetto verso gli animali, mentre allo stesso tempo si cerca di sviluppare l’empatia e la consapevolezza sociale. La visione del progetto è quella di creare una comunità educativa in cui gli studenti possano crescere come cittadini attenti e rispettosi dell’ambiente e del mondo animale, riconoscendo il valore di ogni forma di vita e il ruolo che ognuno può svolgere nella protezione degli animali. I valori pedagogici includono l’empatia, la curiosità, la consapevolezza ambientale e sociale, oltre allo sviluppo di abilità comunicative non verbali attraverso il contatto diretto con gli animali.

Dal punto di vista sociale, il progetto mira a rafforzare il senso di comunità tra gli studenti, le famiglie e le associazioni locali, promuovendo iniziative di volontariato e di impegno civico. Gli obiettivi didattici sono concentrati sull’apprendimento pratico e sull’interazione diretta con gli animali, con il supporto di esperti e specialisti in zooantropologia. Gli obiettivi formativi comprendono lo sviluppo di competenze socio-relazionali, di legalità e cittadinanza attiva, nonché la promozione della salute mentale e fisica attraverso il contatto con la natura e gli animali.

La metodologia adottata si basa sull’apprendimento esperienziale, con incontri e attività sia curriculari che extracurriculari. Vengono utilizzate tecnologie come la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) e altre risorse digitali per integrare le lezioni teoriche con l’interazione pratica. Il coinvolgimento attivo delle associazioni locali e l’utilizzo delle risorse territoriali mirano a massimizzare l’impatto educativo del progetto.

L’effetto tangibile del progetto si manifesta nell’aumento della sensibilità sociale e ambientale degli studenti, nonché nella loro capacità di agire come agenti di cambiamento nella società.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Regno Unito. Vietata l’esportazione di animali vivi per macellazione. Gli attivisti: “È una vittoria”.

Dopo 50 anni di lotte da parte delle organizzazioni animaliste, la Gran Bretagna è finalme…