Home Comunicato stampa Lndc Animal Protection. Rapporto Italia Eurispes conferma l’amore degli italiani per gli animali.

Lndc Animal Protection. Rapporto Italia Eurispes conferma l’amore degli italiani per gli animali.

4 minuto/i di lettura

IL RAPPORTO ITALIA EURISPES CONFERMA L’AMORE DEGLI ITALIANI PER GLI ANIMALI. LNDC ANIMAL PROTECTION: “10% VEGETARIANI E VEGANI, 73% CONTRARI ALLA CACCIA”

“Questi dati sono incoraggianti e fanno capire che, nonostante i tanti problemi che ancora ci sono, i nostri concittadini sono attenti al benessere degli animali e sono disposti anche a spendere cifre importanti per prendersi cura di loro, con il 60% della popolazione che affronta una spesa mensile tra i 30 e i 100 euro per i propri compagni di vita”, ha affermato la presidente LNDC Piera Rosati

Il Rapporto Italia di Eurispes è da anni un appuntamento fisso per avere uno sguardo d’insieme sulla società del nostro Paese, su come cambia e si evolve. Tra gli argomenti trattati da questo studio, c’è sempre un’attenzione anche al mondo animale e alla sua percezione da parte dei nostri concittadini. Anche quest’anno, il Rapporto sottolinea come la presenza di animali domestici nelle nostre case sia decisamente consolidato ed è ancora in crescita rispetto all’anno scorso.

In Italia, in circa una casa su quattro c’è almeno un animale da compagnia, in primis cani e gatti. La maggioranza di loro sono animali salvati dalla strada o da canili/gattili. A confermare l’amore degli italiani per gli animali ci sono altri dati molto significativi: sono contrari alla vivisezione il 76,6% degli italiani, mentre il 72,9% dice di no alla caccia e il 78,1% all’uso di animali nei circhi. Allo stesso tempo, cresce anche il numero dei vegetariani e vegani che oggi sono complessivamente quasi il 10% della popolazione mentre lo scorso anno erano solo il 6,6%.

“Questi dati sono incoraggianti e fanno capire che, nonostante i tanti problemi che ancora ci sono, i nostri concittadini sono attenti al benessere degli animali e sono disposti anche a spendere cifre importanti per prendersi cura di loro, con il 60% della popolazione che affronta una spesa mensile tra i 30 e i 100 euro per i propri compagni di vita. Sono molto contenta che la maggioranza degli animali presenti nelle nostre case non siano frutto di compravendita ma siano adozioni consapevoli di cani e gatti dal passato difficile. Ed è anche una bella soddisfazione vedere la crescita del numero di vegetariani e vegani, perché vuol dire che il lavoro di sensibilizzazione che stiamo facendo inizia a dare dei buoni frutti. Un dato però che vorrei sottolineare è quel quasi 73% di italiani e italiane contrari alla caccia: un numero altissimo che i nostri politici non possono continuare a ignorare, facendo continui regali alla lobby venatoria ma evidentemente scontentando la grande maggioranza della popolazione”, commenta Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection.

 

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

LNCD. Orsi in Trentino, dubbi sulle cause di morte di F36. Le associazioni alla PAT: “L’esame autoptico era di un altro esemplare”.

Continua la battaglia legale di LNDC Animal Protection, LAV e WWF Italia per difendere gli…