Home Comunicato stampa Pet therapy contro il Blue Monday, cani e gatti ci aiutano con stress e ansia.

Pet therapy contro il Blue Monday, cani e gatti ci aiutano con stress e ansia.

5 minuto/i di lettura

I consigli di amusi per ritrovare il sorriso con cani e gatti

Il giorno considerato più triste dell’anno si avvicina, lunedì 15 gennaio si “festeggia” il Blue Monday. Un giorno di riflessione, introspezione e da dedicare a se stessi, in cui è vietato però lasciarsi vincere dalla malinconia e dalla tristezza. Un aiuto arriva da cani e gatti, i nostri amici pelosi che spesso ci stanno accanto nei momenti più difficili e riescono a strapparci un sorriso.

La pet therapy è ormai universalmente riconosciuta come efficace da numerosi studi che rivelano come l’interazione uomo-animale, in particolare quella uomo-cane, possa influenzare positivamente lo stato di salute fisico e mentale dell’uomo.” afferma Costanza Delsante, medica veterinaria e consulente nutrizionale di amusi, brand Made in Italy che offre prodotti su misura per la nutrizione e il benessere del cane. “Prendersi cura di un animale può contrastare l’impatto negativo dello stile di vita moderno, spesso stressante, ansiogeno e frenetico”.

Diversi sono gli aspetti positivi dal punto di vista fisiologico e la relazione con un cane può far osservare dei veri e propri cambiamenti, che coinvolgono:

  • il sistema cardiovascolare con l’abbassamento della frequenza cardiaca
  • il sistema nervoso autonomo con la diminuzione dello stress e un aumento dello stato di rilassamento
  • il sistema endocrino con una maggior produzione di ossitocina ed endorfine, ormoni legati alla sensazione di calma, e una diminuzione dei livelli di cortisolo, ormone dello stress

Insomma, l’affetto e la cura che dedichiamo al nostro peloso rappresentano una vera e propria iniezione di benessere per noi.

Un altro importante aspetto legato al possedere un cane è l’aumento del livello di attività fisica che ne consegue. Per almeno due volte al giorno, infatti, la passeggiata è d’obbligo, ma non vediamola solo come un dovere. Si tratta di un “toccasana” tanto per il cane quanto per il padrone: diventa fondamentale per lo stato di benessere della persona, che può fare movimento e uscire di casa facendo giocare il proprio cane e magari incontrare altre persone.

Infine, beneficiamo del rapporto con il nostro animale anche da un punto di vista psicologico. In particolare, sono stati effettuati diversi studi sull’importanza del rapporto uomo-cane su persone che soffrono di depressione, mostrando un effetto ansiolitico, e su persone anziane che, grazie all’interazione con cani-assistenziali, hanno alleviato la sensazione di solitudine. Il rapporto che instauriamo con il nostro animale è davvero unico: un essere vivente che ti ama incondizionatamente e non ti giudica, che ha bisogno di te e richiede delle attenzioni.

Si tratta di un rapporto vincente per entrambi. Quello di cui il cane, ad esempio, ha bisogno è un’interazione quotidiana e stimolante con il padrone, fatta di attenzioni, cure, gioco e coccole alternate nella giusta misura” conclude la dottoressa Delsante; “prenderci cura del nostro pet ci consente di migliorare la nostra autostima, ci responsabilizza e ci fornisce uno scopo, facendo sì che si instauri una routine quotidiana“.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Nuovo corso per autotrasportatori e custodi di animali. L’inizio è previsto a giugno.

VI Formazione e UOFAA hanno organizzato per giugno 2024 una nuova edizione del corso per a…