Home Comunicato stampa Roma. la mucca Ercolina costretta a lunghi viaggi e bagni di folla. LNDC Animal Protection denuncia per maltrattamento.

Roma. la mucca Ercolina costretta a lunghi viaggi e bagni di folla. LNDC Animal Protection denuncia per maltrattamento.

4 minuto/i di lettura

Lunghi viaggi e bagni di folla, tra chiasso e proteste, non sono certo condizioni che possono garantire il benessere di nessun animale, men che meno di una mucca non abituata alla vita cittadina. Per questo LNDC Animal Protection sporge denuncia a tutela di Ercolina. Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection: “Quello che vediamo è un animale ridotto in schiavitù a servizio di persone che chiedono maggiori diritti per loro stessi mentre al contempo negano i diritti di base a un altro individuo”

Le proteste degli agricoltori vanno avanti ormai da diverse settimane, con manifestazioni in diverse città d’Italia. Una costante dei principali appuntamenti di questa ondata di eventi è la presenza della mucca di nome Ercolina. Il povero bovino è stato portato infatti sia a Sanremo sia a Roma, dove ha “sfilato” in Via della Conciliazione tra i vari pellegrini che si recavano a Piazza San Pietro per l’angelus e i manifestanti appartenenti al mondo dell’agricoltura.

Ci sono tanti video in rete che mostrano Ercolina costretta a stare in mezzo alla folla, sia sul “green carpet” del Festival della canzone italiana sia nella capitale, in un ambiente decisamente poco consono per il suo benessere e la sua tranquillità. Prima ancora, la mucca era stata portata a presenziare alle proteste che si erano tenute a Milano, sotto la sede della Regione Lombardia. LNDC Animal Protection ha quindi sporto denuncia per aver sottoposto la mucca a comportamenti insopportabili per le sue caratteristiche etologiche.

Affrontare lunghi viaggi e stare in luoghi cittadini affollati e rumorosi come quelli che abbiamo visto non è sicuramente qualcosa che può far bene a un animale, a maggior ragione un animale mansueto e poco abituato alla vita di città come una mucca. Vogliamo anche che vengano verificate le condizioni in cui Ercolina è stata costretta a viaggiare. Purtroppo, questo utilizzo che gli agricoltori hanno fatto di questo povero animale è l’ennesimo esempio di come l’industria zootecnica non tenga nella dovuta considerazione il benessere degli animali che non vengono visti per quello che sono – e cioè esseri senzienti – ma come strumenti da utilizzare per il proprio tornaconto. Anche in questo caso, quello che vediamo è un animale ridotto in schiavitù a servizio di persone che chiedono maggiori diritti per loro stessi mentre al contempo negano i diritti di base a un altro individuo, seppur di una specie diversa. Come sempre ci schieriamo dalla parte della parte più debole e sfruttata, chiedendo che questi comportamenti vengano sanzionati e che non si ripetano più. Tutti gli animali hanno diritto alla loro dignità e a una vita libera dalle costrizioni e dallo sfruttamento”, commenta Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

OIPA. Capretta seviziata e uccisa ad una festa di compleanno. Il P.M. chiede l’archiviazione.

Questo genere di delitti è indice di pericolosità sociale L’Organizzazione internazionale …