Home Affido San Valentino, torna la Campagna LNDC “Moltiplica l’amore”: adotta a distanza o sostieni un cane anziano o malato.

San Valentino, torna la Campagna LNDC “Moltiplica l’amore”: adotta a distanza o sostieni un cane anziano o malato.

5 minuto/i di lettura

LNDC Animal Protection lancia anche quest’anno la Campagna per la festa degli innamorati invitandoli a fare un regalo di cuore dal valore immenso, necessario per offrire una vita più dignitosa a uno dei tanti cani che vivono in canile e che per ragioni di anzianità, salute e disabilità difficilmente saranno adottati. Testimonial di quest’anno Chicco, Milly e Leo. 

Migliaia di cani che vivono in canile non possono farcela da soli. Per questo LNDC Animal Protection lancia anche quest’anno la Campagna di San Valentino “Moltiplica l’amore” con l’hashtag #Lamoreè, per invitare gli innamorati a portare in dono un gesto davvero speciale: regalare l’adozione a distanza di uno dei tanti cani anziani, malati e disabili che vivono in canile e che, per queste ragioni, molto difficilmente potranno trovare qualcuno che li accoglierà nella propria casa. Una sorpresa unica, capace di andare dritta al cuore e di aiutare concretamente i cani meno fortunati che, nonostante un’esistenza dura e avversa, hanno ancora tanta gioia di vivere e fiducia nell’essere umano.

L’Associazione è presente in 17 regioni e gestisce 67 rifugi lungo tutto lo Stivale, curando, accudendo e proteggendo queste fragili creature ogni giorno. Il dono dell’adozione a distanza permetterà di dare loro cibo curativo, medicinali salvavita, controlli veterinari costanti, interventi chirurgici e il tepore di una cuccia calda.

Regalando l’adozione a distanza si creerà un legame unico tra un animale e la persona che riceverà il dono, alla quale LNDC Animal Protection invierà non solo il certificato di adozione con il messaggio di auguri dell’amato o dell’amata, ma anche foto e successivi aggiornamenti sull’animale adottato. I testimonial della Campagna 2024 “Moltiplica l’amore” sono tre:

Chicco, sottratto e salvato dalle mani di un uomo crudele che lo costringeva a vivere in una cantina, al buio, senza acqua né cibo, non sapeva camminare né tantomeno correre. Grazie ai volontari LNDC che si sono presi cura di lui, Chicco ha potuto finalmente accedere alla gioia delle passeggiate, delle coccole, del sonnellino sdraiato al sole, tornando a credere nella bontà dell’essere umano.

Leo, trovato in fin di vita e portato subito in clinica, ha superato diversi interventi ed è riuscito a non perdere un occhio grazie all’eccellente lavoro dei veterinari. Oggi Leo, non più giovanissimo, è un cagnolino felice, buono e dolce, che però ancora non ha trovato una famiglia che lo accolga.

Milly, una gioia su tre zampe. Non sappiamo cosa le sia accaduto, nel canile dove viveva precedentemente tentava spesso la fuga dal suo box. Ora invece è serena e protetta, grazie ai volontari che sono diventati la sua famiglia e ai quali regala ogni giorno tutto il suo amore.

Anche per chi non può adottare un cane portandolo a casa”, ha affermato la Presidente LNDC Animal Protection Piera Rosati, “fare il medesimo gesto a distanza è qualcosa di altrettanto concreto e caritatevole. Un gesto di vero amore per un animale bisognoso che, con il tuo aiuto, potrà avere una vita migliore”.
Tutti i dettagli su https://www.lndcanimalprotection.org.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Affido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

LNCD. Orsi in Trentino, dubbi sulle cause di morte di F36. Le associazioni alla PAT: “L’esame autoptico era di un altro esemplare”.

Continua la battaglia legale di LNDC Animal Protection, LAV e WWF Italia per difendere gli…