Home Comunicato stampa ZOOMARK 2025 Punto di riferimento del mercato pet internazionale.

ZOOMARK 2025 Punto di riferimento del mercato pet internazionale.

12 minuto/i di lettura

ZOOMARK 2025 

Punto di riferimento 

del mercato pet internazionale 

Press Lunch Zoomark con stampa e aziende

Oggi a Interzoo, alcune anticipazioni sul Salone del Futuro: 

Zoomark 2025, a BolognaFiere dal 5 al 7 maggio 2025.

É già tempo di pensare a Zoomark!

Esattamente a un anno dalla 21esima edizione, la fiera internazionale del pet food e del pet care, in programma dal 5 al 7 maggio 2025 a BolognaFiere, è stata ufficialmente presentata oggi a Norimberga alla stampa internazionale e alle aziende del settore.

Alla conferenza stampa, che ha visto la presenza di Luisa Bersanetti, Exhibition Manager di Zoomark, Pascale SonvicoShow office and Sales Manager di Zoomark, Giorgio MassoniPresidente di Assalco e Mattia Barchetti, Head of Market Intelligence di Nomisma, sono state anticipate le ultime novità dell’evento che si preannuncia già un successo, come dimostrano i promettenti risultati finora registrati dalla campagna di adesioni: 50% degli spazi espositivi già prenotato grazie alle campagne di Rebooking ed Early Bird.

Zoomark è sempre più un punto di riferimento imprescindibile per il mercato pet, riuscendo a coniugare cultura e business – ha evidenziato Pascale Sonvico Show office and Sales Manager. “Siamo grati a espositori e visitatori che ne hanno decretato il trionfo in questi anni, rendendola una manifestazione sempre più strategica, attesa e irrinunciabile per tutto il comparto a livello internazionale.

Oggi Zoomark diventa ancora più ambiziosa nei progetti e nei traguardi, Bigger and Bolder, come recita il nuovo payoff. Nella nostra Vision, ogni azienda pet dovrà avere uno stand a Bologna. Ogni buyer o negoziante o altro professionista nel mercato pet dovrà visitare la nostra fiera.

I numeri del 2023 sono stati da record: oltre 68.000 metri quadrati di area espositiva1.060 espositori e ben 28.000 visitatori.”

Zoomark 2025 sarà il Salone del futuro. “Vogliamo rappresentare per tutti gli operatori internazionali una piattaforma esclusiva e in cui si creano nuove opportunità di business, mentre vengono anticipati i trend di settore e forecast sulla sostenibilità ambientale, sul concetto di One Health, sui prodotti tailor-made, amati dalla GenZ, – aggiunge Sonvico –.  Per questo motivo a Zoomark 2025 troveranno spazio e visibilità non solo le tendenze attuali, ma anche quelle upcoming aree dedicate.

Consapevole del fatto che quello del pet-tech sia un trend in crescita e che non conosce crisi, Zoomark ha deciso di dedicare l’area Next 5.0 al mercato pet del futuro, all’innovazione e all’alta tecnologia, riservandola non solo alle start-up ma anche a tutte le aziende che propongono soluzioni tecnologicamente avanzate, ad esempio per la salute e la sicurezza dei pet.

Factory è invece il nuovissimo progetto di Zoomark che punterà i riflettori su tutte le aziende che compongono la filiera produttiva (fornitori di materie prime e semilavorati, di macchinari, packaging, servizi all’industria e alla distribuzione), sempre più centrali per soddisfare le esigenze di un mercato in continua crescita.

Per la prima volta, questa nuova edizione di Zoomark metterà in risalto anche le eccellenze del pet fashion, del design e del beauty, inaugurando la nuovissima area Atelier, che offrirà un ambiente premium a top buyer, brand e aziende.

Tornerà infine anche la scenografica e suggestiva Aqua Project, a disposizione dell’industria del settore acquari e terrari, che sarà luogo non solo di esposizione, ma anche di incontri e seminari.”

Ma le novità di Zoomark non finiscono certo qui! La manifestazione in continua evoluzione, al passo coi tempi, si contraddistingue sempre di più per il carattere internazionale, come ha sottolineato Luisa Bersanetti, Exhibition Manager di Zoomark.

“Zoomark rappresenta il ponte tra l’Europa e il resto del mondo del pet –dichiara Bersanetti. – Già nel 2023 Zoomark ha annoverato espositori provenienti da 57 Paesi e il 62% dei visitatori esteri di altissimo profilo, provenienti da tutti i continenti.

Per la prossima edizione svilupperemo ulteriormente la presenza di buyer dai principali mercati di riferimento e in particolare dai mercati emergenti, offrendo così autentiche opportunità di sviluppo alle aziende espositrici.

E per questo è già attiva la nuova campagna promozionale che prevede consistenti investimenti pubblicitari su testate e media digitali Worldwide. L’ulteriore supporto offerto da ITA/ICE al programma di incoming a Zoomark è un’importante risorsa che ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi.”

Stanno velocemente prendendo forma nuovi attesi progetti anche grazie al consolidamento di importanti collaborazioni con partner di altri Paesi, come l’ultimo accordo con la manifestazione Pet Fair South East Asia, dove Zoomark coordinerà la presenza delle aziende italiane nell’ Italy Pavilion.

Tra poco più di un mese, dal 26 al 28 Giugno 2024, Zoomark si sposterà alla Shenzhen Convention & Exhibition Centre (Futian) per Marca China, con il suo Pet Pavilion, l’esclusiva area dedicata al settore pet all’interno del dinamico evento di private label, e-commerce e retail, che offrirà alle numerose aziende del pet italiane ed internazionali un canale preferenziale di accesso al mercato cinese.

Al cuore della conferenza stampa, l’anticipazione di alcune tra le evidenze più significative emerse dal “Rapporto Assalco-Zoomark 2024”, che testimonia come, nonostante le difficoltà, la pet economy in Italia abbia raggiunto valori significativi, contribuendo a fare di Zoomark un evento imprescindibile per gli operatori internazionali interessati al mercato italiano. Proprio sull’andamento del settore pet food e pet care nel nostro Paese e sulle prospettive per i prossimi mesi ha fatto il punto Giorgio MassoniPresidente di Assalco: “Il mercato del Pet Food si conferma resiliente. Questo risultato conferma l’attenzione che i proprietari riservano ai loro pet, compagni di vita”.

Infine sono stati presentati in anteprima alcuni highlights di una nuova indagine di Nomisma per Zoomark, che intende presentare una fotografia sul segmento degli accessori, identificando trend, opinioni, comportamenti e abitudini di acquisto dei proprietari pet italiani.

“Grazie alla nuova partnership con BolognaFiere, Nomisma ha messo a punto un percorso innovativo volto ad analizzare e studiare le tendenze di un segmento sempre più rilevante per il settore PET e che oggi pesa circa il 20% del fatturato complessivo, ovvero quello del non food.”

I dati presentati in occasione di Interzoo 2024 sulle abitudini di consumo dei proprietari di animali domestici in Italia mostrano una fotografia chiara di un comparto che negli ultimi anni nel nostro Paese è sempre cresciuto.

“L’indagine rappresenta solo un primo step di un percorso più ampio e che si svilupperà in vista anche di Zoomark 2025“- ha commentato Mattia Barchetti Head of Market Intelligence di Nomisma.

“Zoomark è uno dei gioielli di famiglia di BolognaFiere. Da oltre 20 anni accompagna la crescita della pet industry, interpretando i bisogni del mercato e anticipandone le tendenze. L’alternanza con Interzoo e la fattiva collaborazione tra i due eventi, consente ad entrambi di essere gli appuntamenti imperdibili in Europa per l’industria mondiale del pet food e del pet care.”

“Considerata la crescita delle referenze dedicate all’alimentazione e al benessere animale nella distribuzione moderna organizzata, a giugno saremo con il Pet Pavillion a Shenzhen nell’ambito di Marca China, altro evento internazionale di BolognaFiere dedicato alla private label. Siamo certi che anche questa nuova opportunità sarà colta con favore dalle aziende che desiderano penetrare il mercato cinese” – sottolinea Gianpiero CalzolariPresidente di BolognaFiere, dando il via ufficiale al countdown verso la prossima edizione.

Per scaricare l’intera cartella stampa: https://www.zoomark.it/media/press-kit-interzoo/13371.html

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Animali domestici: gli italiani sono i secondi in Europa per numero di possessori.

Con 32 milioni di animali domestici, l’Italia si colloca al secondo posto in Europa,…