Home Attualità Consigli Veterinari per proteggere gli animali domestici durante l’uso dei petardi.

Consigli Veterinari per proteggere gli animali domestici durante l’uso dei petardi.

2 minuto/i di lettura

“Preferiamo Biscotti ai Botti”. Con un sorriso, la dottoressa Caterina Brandi interpreta uno spot anti fuochi d’artificio insieme alla sua cagnolina, compagna di vita da cinque anni. Con l’arrivo del 31 dicembre, si avvicinano anche i botti e i petardi, nemici dichiarati dell’udito dei nostri amici animali.

“I cani, dotati di un udito estremamente sensibile, reagiscono negativamente ai rumori forti e improvvisi,” spiega Caterina, medico veterinario, in vista della notte di San Silvestro, che per molti animali potrebbe diventare un vero incubo. È comune che i cani, lasciati soli in giardino, scappino spaventati dai botti, mettendosi a rischio di incidenti stradali e rischiando ferite o addirittura la vita. La pratica di far esplodere razzi, petardi, fuochi d’artificio e altre esplosioni rumorose può causare un notevole disagio sia agli animali domestici che a quelli selvatici.

“Come medico veterinario, il consiglio che ritengo fondamentale è evitare di lasciare soli gli animali, che siano cani o gatti. È assolutamente sconsigliato lasciarli soli in giardino, poiché potrebbero scappare e procurarsi danni. La soluzione ottimale consiste nel rimanere con loro in casa, magari accendendo la televisione o la radio per attenuare i rumori provenienti dall’esterno.”

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Proteggere le creature del mare: un obiettivo a portata di mano.

Da anni, un team di ricercatori e scienziati dell’Università di Siena, noti come i &…