Home Salute e benessere Ecco come proteggere gli animali in estate da caldo, scottature e cibo.

Ecco come proteggere gli animali in estate da caldo, scottature e cibo.

4 minuto/i di lettura

Il caldo afoso è arrivato e a soffrirne non siamo solo noi, ma anche i nostri animali. Per questo motivo, l’Enpa, l’Ente nazionale per la protezione degli animali, suggerisce alcuni comportamenti per proteggere i nostri amici a quattro zampe, al fine di prevenire colpi di calore che potrebbero avere gravi conseguenze. Prima di tutto, è importante ricordare che gli animali soffrono il caldo in modi differenti.

Come riconoscere un colpo di calore e come intervenire? I principali sintomi includono pelle calda al tatto, barcollamenti, respirazione affannosa e rapida, e un aspetto bloccato. Il colpo di calore può portare a depressione, febbre alta e congestione delle mucose, che possono diventare intensamente rosse, fino a provocare crisi convulsive e coma. In questi casi, bisogna immediatamente spostare l’animale in un luogo ombreggiato e abbassare la sua temperatura corporea bagnandolo con acqua tramite un panno o le mani, concentrandosi su collo, sotto la testa e addome, senza immergerlo completamente. Per i cani, è particolarmente sconsigliato immergerli totalmente in acqua, poiché potrebbero verificarsi effetti collaterali pericolosi. La cosa migliore è portare l’animale al più presto in un centro veterinario attrezzato.

Come contrastare il caldo? L’Enpa consiglia di evitare le passeggiate nelle ore più calde della giornata e di avere sempre a disposizione una bottiglietta d’acqua per far idratare l’animale. Inoltre, è bene ricordare che l’asfalto può diventare rovente, rischiando di bruciare le zampe dei nostri animali. Pertanto, è preferibile portarli a passeggiare in zone ombreggiate e ventilate.

Non bisogna mai lasciare gli animali da soli in auto. La temperatura all’interno del veicolo può salire rapidamente, anche con i finestrini aperti, e raggiungere fino a 70 gradi, provocando la morte dell’animale.

Anche gli animali possono soffrire di scottature solari. È possibile proteggerli applicando una crema solare ad alta protezione sulle estremità bianche e sulle punte delle orecchie prima di portarli fuori. Gli animali bianchi sono particolarmente soggetti agli eritemi solari e meritano attenzione speciale.

Per quanto riguarda l’alimentazione, sono consigliati cibi facilmente digeribili e non bisogna mai lasciare residui nella ciotola.

Attenzione ai parassiti. È meglio applicare preventivamente un antiparassitario adatto alla specie e alla taglia dell’animale. Per i cani, è fondamentale prevenire le punture delle zanzare, che possono trasmettere la leishmaniosi. In commercio sono disponibili anche preparati a base di olio di Neem, un potente disinfettante e antiparassitario, privo di controindicazioni anche per gli animali più sensibili.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Salute e benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

La volpe coraggiosa che ha battuto la morte e cerca la libertà.

Era arrivata al centro di recupero dell’ENPA affetta da un’infestazione da ver…