Home Comunicato stampa Freddo e vento possono aumentare la lacrimazione.

Freddo e vento possono aumentare la lacrimazione.

2 minuto/i di lettura

In inverno, l’aria fredda e gli sbalzi eccessivi di temperatura possono creare fastidiosi disturbi agli occhi dei nostri fedeli amici a 4 zampe: abbondante lacrimazione, infiammazioni e infezioni.

Se la presenza saltuaria di piccole croste brunastre sull’angolo mediale (verso il naso) dell’occhio rientra nella normalità, la lacrimazione profusa è da considerarsi patologica” – spiega la Dottoressa Mirta Travaini, responsabile Oftalmologia presso C.M.V. Varese.

Le cause più comuni – continua la Dottoressa – possono essere:

  • Patologie palpebrali che irritano la cornea e causano aumento della lacrimazione;
  • Congiuntiviti virali, batteriche o parassitarie;
  • Trichiasi del canto mediale;
  • Mancata apertura o ipoplasia dei canali lacrimali.”

La lacrimazione nel cane è anche origine di quelle antiestetiche macchie marroni che si creano sotto gli occhi e che possono alterare lo sguardo dell’animale. Alcune razze sono più soggette di altre a questo fenomeno che tende ad ossidare il pelo colorandolo di rosso/marrone, ancora più evidente in caso di manto chiaro.

Per una pulizia delicata della zona perioculare si consiglia l’uso di un detergente come la Lozione Contorno Occhi di ElsaBeauty, a base di un estratto della Salvia Sclarea e Amamelide.

Questo detergente delicatissimo e naturale rimuove lo sporco, eliminando le zone scure e ingiallite.

La Lozione Contorno Occhi di ElsaBeauty contiene il 10% di estratto da Salvia Sclarea e il 9% di Amamelide, per garantire un delicato effetto schiarente, astringente, dermopurificante, ma anche idratante, lenitivo e rigenerante. Deterge senza alcuna conseguenza per i sensibili occhi degli animali.

Modalità d’uso: imbibire un dischetto di cotone e passarlo delicatamente sul contorno occhi. Bagnare lo stesso dischetto con acqua per togliere il residuo.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

In Cina la medicina tradizionale è anche per gli animali.

Per Yu Ying, una lavoratrice di Pechino impegnata nel settore sanitario, la ricerca di un …