Home Animali marini L’elefante marino salvato, vittima di molestie da parte di turisti e animali domestici.

L’elefante marino salvato, vittima di molestie da parte di turisti e animali domestici.

2 minuto/i di lettura

Un giovane elefante marino del Sud, pesante circa 100 kg, è stato rilasciato in mare dopo aver trascorso oltre due settimane nel Centro di Soccorso della “Fundación Mundo Marino” a San Clemente, in Argentina. Il mammifero è stato sotto monitoraggio a partire dal 30 novembre, quando è stato trovato sulla spiaggia di Costa Azul. La permanenza nel centro è stata necessaria a causa dell’interferenza da parte di turisti e animali domestici che tentavano di toccarlo durante il suo naturale processo di muta del pelo.

Il biologo Sergio Rodríguez Heredia, a capo del Centro di Soccorso, ha illustrato che durante il periodo di muta, i giovani elefanti marini si riposano sulla terraferma, partecipando a processi fisiologici vitali per la loro sopravvivenza, come l’incremento della capacità di immagazzinare ossigeno nel sangue.

Dopo un esame clinico e analisi del sangue presso il Centro di Soccorso, è stato confermato che l’elefante marino godeva di ottima salute. Rodríguez Heredia ha sottolineato il rischio di ipotermia nel caso in cui gli animali venissero bagnati o spinti in acqua durante il processo di muta, poiché si verifica un cambiamento termico nell’organismo.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Animali marini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

Lecce. Deceduta la 97enne sbranata in casa dal cane del nipote.

Una 97enne di Alessano (Lecce), è deceduta dopo essere stata aggredita giovedì nella sua a…