Home Attualità Tra conigli e picchi, nell’ospedale per gli animali spunta la cicogna nera.

Tra conigli e picchi, nell’ospedale per gli animali spunta la cicogna nera.

1 minuto/i di lettura

A Campoformido c’è un luogo incredibile, a metà fra ospedale per gli animali e arca di Noè, dove da 21 anni i selvatici trovati feriti o abbandonati sono nutriti e curati finché non ritrovano le condizioni per ritornare in natura. Mediamente la struttura di via San Daniele 11 – dove viene attuato il servizio regionale (già provinciale) di recupero fauna selvatica – ne ospita circa 500, alcuni purtroppo a vita (non possono essere adottati), ma la maggior parte liberati appena possibile. Nel 2017, come informa il gestore Maurizio Zuliani, per il centro sono passate mille e 700 bestiole, consegnate dagli agenti della forestale regionale o dai volontari Federcaccia, oltre che da privati: da uccellini caduti dal nido a caprioli investiti, dalle tartarughe agli immancabili leprotti creduti abbandonati.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Like Me Now del WWF per salvare gli animali in via d’estinzione.

Una campagna ideata e creata per puntare i riflettori su orsi polari, tigri e gorilla, ani…