Home Attualità Vermocane: Terrori da Fuoco sul Mare del Sud Italia. Come Riconoscerli e Proteggersi.

Vermocane: Terrori da Fuoco sul Mare del Sud Italia. Come Riconoscerli e Proteggersi.

3 minuto/i di lettura

Il vermocane, noto anche come Hermodice carunculata, sta diventando una minaccia sempre più seria per le acque del Sud Italia. Questo verme marino carnivoro, originario del Mar Rosso, ha subito un’esplosione demografica negli ultimi anni a causa del surriscaldamento globale e delle ondate di calore.

Caratteristiche e Pericoli per l’Uomo

  • Aspetto: Simile a un millepiedi colorato, lungo in media 20-30 cm (fino a 1 metro).
  • Comportamento: Striscia sui fondali e può rigenerarsi se spezzato.
  • Tossine: Aculei urticanti che causano bruciore, rossore, intorpidimento e prurito intenso. In casi gravi, allergie e infezioni.
  • Durata della vita: Fino a 8 anni.

Impatto Ambientale

  • Predatore vorace: Devastante per polpi, coralli e barriere coralline.
  • Danno all’ecosistema: Minaccia la biodiversità marina.

Minaccia per la Pesca e i Bagnanti

  • Reti saccheggiate: I vermocani impigliati divorano i pesci intrappolati.
  • Pericolo per i bagnanti: Rischio di punture dolorose durante i bagni.

Preoccupazione e Studi in Corso

  • Allarme tra i pescatori: Assumono cortisone per prevenire il dolore da puntura.
  • Mancanza di consapevolezza: Le autorità e il pubblico non sono pienamente informati.
  • Ricerca in atto: L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (Ogs) sta studiando la specie a Panarea e Milazzo.

Obiettivo: Sensibilizzare le autorità e il pubblico per trovare soluzioni al problema dell’invasione del vermocane.

Consigli:

  • In caso di contatto: Sciacquare la zona con acqua di mare e applicare una crema a base di cortisone.
  • Segnalare avvistamenti: Contattare l’Ogs o le autorità locali.
  • Restate informati: Seguire gli aggiornamenti sulla situazione e le misure di precauzione.

Evitare allarmismo, ma attenzione e prevenzione sono fondamentali per affrontare questa nuova minaccia all’ecosistema marino e alla sicurezza dei bagnanti del Sud Italia.

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vedi anche

OIPA. ORSI TRENTINI. DICHIARAZIONE DELL’OIPA SU QUANTO DIFFUSO DAL CONSIGLIERE CLAUDIO CIA.

Il consigliere Claudio Cia, che ha diffuso il video dell’orso nell’abitato di Malé, sosten…