Home Cronaca Dopo il cinghiale tocca ai camosci decapitati.

Dopo il cinghiale tocca ai camosci decapitati.

44 secondi di lettura

Dopo il cinghiale mutilato nel territorio di San Zeno, sono stati trovati due camosci decapitati a Malga Fiabio, stavolta nel territorio di Malcesine. A vederli è stato un socio del Wwf. L’associazione ambientalista ha fatto scattare la denuncia, arrivata sul tavolo dei carabinieri forestali. «Cose come queste gettano discredito sull’intera categoria dei cacciatori, ma questo è un atto di bracconaggio, i cacciatori non c’entrano».

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Tartaruga Caretta da 60 kg salvata da reti pesca.

Una tartaruga Caretta Caretta da 60 kg, rimasta intrappolata in una rete da pesca è stata …