Home Cronaca Varese. Animali rari in gabbia.

Varese. Animali rari in gabbia.

1 minuto/i di lettura

Le indagini hanno portato alla luce una serie di anomalie su cui ora sta facendo chiarezza un processo penale nel Tribunale di Varese. Alla sbarra ci sono una coppia di quarantenni e il veterinario, appunto. I primi due sono difesi dall’avvocato Patrizia Esposito, mentre il professionista è assistito dall’avvocato Federico Buzzi, per quanto riguarda la difesa, e dall’avvocato Silvia Pinorini, come parte civile. La vicenda risale alla fine del 2015, quando il veterinario si recò dai carabinieri denunciando che un allevatore utilizzava indebitamente il suo timbro: allevatore già al centro di precedenti segnalazioni per bracconaggio. Nel dicembre di quell’anno scattò dunque la perquisizione dell’abitazione del quarantenne, condotta insieme con gli addetti dell’ente protezione animali (uno degli esperti è stato sentito in aula ieri mattina, lunedì 18 febbraio), sia in merito alla falsificazione di documenti sia per bracconaggio.

leggi tutto

Carica altri articoli correlati
Carica più articoli in Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche

Cosenza. Assurda violenza contro animali. Ritrovati gatti con cranio fracassato.

Gatti trovati uccisi e con il cranio fracassato a Cosenza: un atto violento e disumano che…